Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, ma non utilizza alcun cookie di profilazione.
Per prestare il consenso all’uso dei cookies cliccare su “OK”.

La qualità dell'inclusione

  • Strumenti per valutare l'inclusione
    In Italia non è presente una qualità dell’integrazione scolastica omogeneamente diffusa, ma piuttosto essa si caratterizza per essere a “macchia di leopardo”: vi sono scuole nelle quali si realizza un’inclusione di qualità accanto ad esperienze magari nella medesima area geografica nelle quali non si presta la dovuta attenzione ai processi inclusivi. Una buona scuola inclusiva è infatti una buona scuola per tutti quelli che la abitano, nella quale tutti gli alunni senza distinzioni e categorizzazioni possono imparare, coniugando educazione ed istruzione.
  • Indicatori di misurazione dell'integrazione scolastica - Per una scuola inclusiva in Europa
    Rapporto dell’ Agenzia Europea per lo Sviluppo dell’Istruzione degli Alunni Disabili. 23 Stati europei hanno partecipato al progetto individuando una serie di indicatori di misurazione dell’integrazione scolastica e della scuola inclusiva, considerando tre aree di analisi (legislazione scolastica, partecipazione dell’alunno e finanziamento dell’istruzione), per avere a disposizione un valido strumento di monitoraggio dei progressi nazionali compiuti in base alla rispettiva politica scolastica e prassi locale.

  • Indicatori di qualità dell’integrazione – Fattori di inclusione
    Convegno “Verso un Osservatorio territoriale integrato sulla disabilità nella scuola” 2007
    Prof. Fiorino Tessaro Ass. di Didattica generale e Pedagogia speciale, Università di Venezia Cà Foscari”

  • Report Assistenza scolastica Eureka I 2017
    Rilevazione della soddisfazione rispetto ai Servizi d’integrazione scolastica erogati dalla Coop. sociale Eureka I Onlus nell’anno 2017 nei Municipi I, XIII e XIV di Roma. La ricerca si è posta l’obiettivo  di rilevare la qualità percepita dagli utenti e dai committenti dei servizi erogati, partendo dall’analisi delle aspettative e dei bisogni e valutando la corrispondenza tra questi e le prestazioni erogate.